Pavimento di legno in ufficio? Ecco come proteggerlo

7 08 2016

Quando si decide di realizzare il proprio ufficio con un pavimento in legno naturale, bisogna senz’altro tenere conto che questo è molto delicato e che ogni singolo movimento errato di qualche mobile può portare alla “creazione” di un graffio sul legno. Fortunatamente, però, oggigiorno vi sono alcune soluzioni che ci permettono in qualche modo di sfruttare anche questo tipo di pavimentazione in ufficio, specie quando abbiamo a che fare con sedute dotate di rotelle o di mobili per l’informatica con rotelle.

Dunque, se avete deciso di sistemare la vostra linea d’arredamento classica in un ufficio con parquet vero, non preoccupatevi, perché tutto potrà essere preservato, ma soprattutto il vostro pavimento non si presenterà con pessime righe nere di sporco o graffi procurati dai mobili o dalle sedie.

Difatti, anche le rotelle delle sedie e poltrone per l’ufficio possono rappresentare un pericolo per il nostro pavimento in legno! Quindi, per ovviare a questo problema, vi suggeriamo di acquistare un pratico tappeto protettivo per parquet. Ma come si presenta quest’ultimo? Questo complemento d’arredo si presenta generalmente di una forma quadrata o rettangolare ed è trasparente o arricchito da qualche disegno di nero. É realizzato in policarbonato ed è particolarmente resistente e durevole, così da proteggere il vostro pavimento da urti e ruote che sono in continuo movimento sul parquet.

Un altro grande pregio di questo tipo di tappeto riguarda la pulizia: come potrete ben immaginare, difatti, essendo dotato di una superficie scorrevole si potrà pulire velocemente con una scopa od una pezza catturapolvere.

Nel complesso, dunque, si tratta di un tappeto realizzato in alta qualità, in alcuni casi è anche riciclabile, e non contiene alcun tipo di sostanze tossiche. Altri tipi di tappeti da sistemare proprio sotto la scrivania sono fatti in vinile, materiale che si preserva nel tempo, senza diventare giallo per via della luce, e che resiste molto all’usura esercitata dalle ruote.




Il posacenere in ufficio: come sceglierlo?

31 07 2016

In ufficio, può capitare che arrivano nostri ospiti/clienti che sono intenti nel fumare una sigaretta e che, poi, non sanno dove spegnerla. Proprio per questo è fondamentale acquistare per l’azienda un posacenere da collocare all’interno o all’esterno della struttura.

Oggi, dunque, abbiamo pensato di proporvene alcuni, così da poter selezionare quello più idoneo al vostro gusto, ma soprattutto quello che troverà un ottimo riscontro anche dal punto di vista dell’arredamento dell’ufficio.

Iniziamo parlando del posacenere a terra, come ad esempio, quelli realizzati dal marchio Durable. Se ne trovano veramente di tantissimi modelli, come ad esempio quello realizzato in acciaio inossidabile , dotato pure di spazio con sabbia, dove spegnere la sigaretta, e cestino. Generalmente, questi cestini hanno una forma cilindrica oppure una forma a parallelepipedo. Anche in tal caso, spetterà a voi la scelta de posacenere da terra più idoneo dal punto di vista stilistico.

Passiamo ora ai posacenere da tavola: anche in questo caso, vi sono modelli di tutti i tipi e per tutte le tasche. Ad esempio, si parte dal tradizionale posacenere in plastica, per poi passare a quello di coccio o di vetro, arrivando a quello in acciaio inossidabile, con finiture attente e dettagliate.

Anche per quanto riguarda le forme, poi, troviamo un ampio assortimento: si trovano, difatti, posacenere di forma tonda, quadrata, ma anche cilindrica! Che cosa dire, infine, dei posacenere a parete? Questa soluzione, ideata soprattutto per tutti quelli che desiderano aggiungere un porta cenere al di fuori della struttura, potrà essere elegante e poco vistosa.

Non vi resta che scegliere di acquistare il posacenere che più vi aggrada, senza dimenticare il fatto che dovrete sistemarne alcuni all’esterno ed all’interno, specie se la vostra azienda è abbastanza grande. In caso avesse affisso un divieto interno, basterà anche scegliere un bel posacenere da esterni, utile per tutti quelli che si accingono ad entrare nella vostra struttura lavorativa.

 




Come arredare la postazione di lavoro pensando alla salute

26 06 2016

State cercando di rinnovare l’arredamento del vostro ufficio, ma non sapete proprio da dove cominciare? Dato che in quest’ambiente si trascorrono diverse ore della nostra giornata, il nostro suggerimento è proprio quello di concentrare la vostra attenzione sull’area dove si trascorre proprio più tempo, ovvero la postazione di lavoro.

Iniziamo con lo scegliere delle sedie e poltrone per ufficio di ottima qualità: questi prodotti, difatti, sono molto importanti per sostenere il nostro corpo nella posizione più giusta. Dunque, evitate di acquistare prodotti di scarsa qualità o, peggio ancora, che si danneggeranno da lì a poco, ma puntate la vostra attenzione su una seduta che possa sostenere il vostro peso, senza interferire sulla vostra salute.

Un’altra cosa da tenere a mente è la vista: in ufficio il nostro sguardo è puntato per diverso tempo sullo schermo del pc oppure su documenti cartacei. A tal proposito, quindi, è fondamentale sottolineare quanto sia imporatante acquistare lampade per ufficio e da scrivania con lampadine Led che possono aiutarci a non appesantire la vista.

Naturalmente, potrete anche decidere di far riferimento a diverse linee di arredamento per completare il vostro ufficio, ma dovete sempre tenere a mente che tutti gli oggetti che andrete ad aggiungere nel vostro spazio lavorativo dovranno farvi sentire comodi e rilassati. D’altronde, sarà proprio il luogo dove trascorrerete minimo 8 ore, se non addirittura di più, al giorno. Un’azienda arredata con lo giusto stile, ma soprattutto con mobili e complementi d’arredo che possono aiutarci a star meglio a livello di salute, ci permettono anche di lavorare meglio ed essere maggiormente produttivi.

Non vi resta che correre in negozio e selezionare la proposta che fa di più al caso vostro e di tutte quelle persone che lavoreranno al vostro fianco in ufficio!

 




Dritte per scegliere una buona lampadina in ufficio

19 06 2016

Quando ci si trova ad acquistare delle lampadine per il proprio ufficio è fondamentale pensare che l’acquisto deve essere fatto con grande consapevolezza, perché una scelta pessima può portare, a lungo andare, ad un deterioramento della nostra vista.

Proprio per questo oggi desideriamo darvi alcune dritte per quanto riguarda l’acquisto di lampadine led, che ti aiutano a migliorare la qualità d’illuminazione all’interno del tuo spazio di lavoro. La prima cosa da tenere a mente è quella di leggere tutte le indicazioni riportate sulla confezione: proprio come fai con gli alimenti, anche le lampadine hanno delle indicazioni da tenere a mente e consultare!

Ricordati, difatti, che ora dovrai acquistare le tue lampadine non basandoti più sui Watt, ma sui Lumen, unità che indica per l’appunto l’intensità di luce che desideriamo avere nella nostra stanza. Ad esempio, se desideri un’illuminazione forte, scegline una intorno ai 2000 lumen che corrisponde ad una vecchia 150 watt. Tra i 500 e 1000 lumen, invece, troverai le vecchie 60 watt. Il nostro suggerimento è quello di selezionare per la scrivania una luce sotto i 500 lumen, così da non turbare la vista.

Un’altra indicazione riguarda pure la tipologia di luce: può essere calda o fredda, a patto che controllate i gradi Kelvin riportati sulla confezione. Tra i 2400 ed i 3300 gradi Kelvin ci ritroviamo d’innanzi al bianco caldo e man mano che i gradi aumentano la luce diventa più fredda. Ora che hai capito come funziona, sei pronto per selezionare la lampadina o più lampadine led per il tuo ufficio: ricordati di selezionare quella che ti ferrà proposta al miglior rapporto qualità-prezzo, così da portare a casa un buon prodotto per illuminare correttamente gli ambienti in cui si trascorrerà la maggior parte della giornata di lavoro.

 




Soluzioni per ottimizzare gli spazi in ufficio

14 05 2016

Quando ci si deve chinare su questioni organizzative all’interno di un’azienda, non si può fare a meno di pensare prima di tutto a creare delle condizioni quadro favorevoli per operare: ambienti ben organizzati, materiali sempre disponibili quando servono e servizi all’altezza delle aspettative dei collaboratori, sono soltanto alcuni degli aspetti sui quali vegliare in modo attento.

Trascurando infatti questo tipo di considerazioni, significa prima di tutto esporsi al rischio di creare un ufficio in cui le cose non funzionano bene, perché per esempio si accumulano i materiali e le apparecchiature a disposizione in modo disordinato, o ancora, dove non si sa bene come archiviare i documenti che vengono a prodursi durante lo svolgimento dell’attività.

Acquistando invece dei validi complementi d’arredamento per l’ufficio è possibile impedire questo tipo di situazioni, arrivando a sviluppare un certo tipo di sensibilità nella creazione di un modello di lavoro che tenga conto delle necessità di tutti, e permetta di dare un posto prestabilito ad ogni cosa, creando così condizioni di lavoro davvero ottimali.

Con l’ausilio per esempio di comodi e pragmatici armadi multiuso e scaffalature aziendali è possibile per esempio raccogliere risme di carta, o ancora, confezioni di cartucce, scatole varie in cui sono raccolti prodotti che possano essere sfruttati per tante situazioni differenti, facilitando così l’espletamento delle mansioni da parte dei propri collaboratori.

Avendo sempre un occhio su quelli che sono i materiali disponibili, per evitare che le scorte calino in maniera importante, è possibile anche organizzare al top la propria attività lavorativa, potendo porre rimedio anche a momentanee situazioni impreviste, per esempio, come quando a causa di un danno a qualche apparecchio o installazione, serva subito individuare qualche pezzo di ricambio o il materiale consumabile da sostituire, per poter ritornare ad essere operativi in poco tempo.

L’esempio classico è rappresentato dalla disponibilità di una piccola scorta di materiale elettrico per l’ufficio: con quest’ultimo si evita per esempio di restare senza luce in ufficio, qualora qualche lampadina dovesse fulminarsi anzitempo…




Come arredare al meglio un ufficio

3 05 2016

Quando si tratta di creare un ambiente di lavoro che sia davvero congeniale a tutti coloro i quali vi si ritrovino ad operare all’interno, non bisogna mai dimenticarsi di citare come, dal punto di vista dell’organizzazione, è molto importante acquistare una serie di complementi di arredo che possano essere sfruttati per essere davvero operativi al top in ogni circostanza.

Dopo aver scelto quindi dei tavoli contraddistinti da una buona superficie, qualitativamente all’altezza di quelli che sono gli standard normali in ufficio, bisogna poi vegliare sull’acquisto della seduta, che da sempre è un punto centrale per il confort operativo delle persone, non da ultimo, per quanto riguarda la possibilità di accomodarsi in maniera impeccabile.

Assumere una postura corretta durante il lavoro di ufficio, considerando come quest’ultimo è davvero sedentario, è una scelta da compiere con la massima determinazione e consapevolezza, perché altrimenti, si sviluppano sul medio-lungo termine delle malattie professionali dovute appunto al fatto che non ci si trova ad essere davvero comodi mentre si è di fronte allo schermo.

Trascurare tutti questi piccoli impegni e compiti che fanno parte della propria organizzazione dell’ufficio, significa non prendere davvero sul serio quello che è il proprio compito all’interno dell’azienda, cioè, coordinare al meglio gli sforzi per arrivare a creare un ambiente dove sia bello operare e, quindi, dove anche le persone si possano davvero sentire spinte a dare il meglio di loro stesso, per giungere ad ottenere dei risultati soddisfacenti per gli affari della propria attività imprenditoriale.

Certo, anche le luci hanno un’importanza notevole per assicurare confort e creare un ambiente piacevole, soprattutto, dal punto di vista qualitativo: non si può puntare su luci di qualità ridotta, perché le stesse possono infastidire la vista e, inoltre, danno un’immagine negativa del proprio ufficio, rendendolo davvero un luogo poco accogliente anche agli occhi di chi lo frequenti sporadicamente.




Il meglio per arredare la vostra azienda

1 04 2016

Sistemare al meglio il proprio ufficio, significa prima di tutto individuare quei prodotti che si possono acquistare per dare al proprio ambiente di lavoro il giusto livello di organizzazione, mettendo ogni cosa al suo posto e, soprattutto, eliminando il rischio che, a causa del disordine, si possano perdere delle informazioni o si creino delle prassi gestionali poco valide.

Certo non è sempre facile comprendere esattamente quale possa essere il miglior sistema di arredamento per l’azienda da utilizzare per riuscire ad operare meglio, perché bisognerebbe immedesimarsi sin da subito in quelle che potrebbero essere le prassi adottate dai propri collaboratori o, ancora, in quelle che potrebbero essere le migliori scelte operative da fare.

In tutti i casi, il miglior approccio possibile da prendere in considerazione, è sempre quello di una pianificazione attenta degli spazi, per evitare di ammucchiare per esempio troppe cose in un angolo, a discapito del resto dell’ambiente di lavoro, limitando in questo senso la libertà di movimento delle persone, che si possono sentire intralciate vicendevolmente.

Alla stessa maniera, è molto importante valutare quegli aspetti che riguardano le proporzioni delle postazioni di lavoro, in particolare l’altezza delle scrivanie e quelle delle sedute, per creare sempre la miglior ergonomia possibile, evitando in questo modo che le persone si possano ritrovare ad accusare fastidiosi problemi di salute alla schiena, alle gambe od alle braccia, con assenze a causa della malattia professionale che costano parecchi soldi e risorse.

Acquistando invece delle buone sedie e poltrone per ufficio moderno è possibile far accomodare tutti in modo ottimale e, d’altro canto, si può anche sottolineare lo stile del vostro ambiente di lavoro, rendendolo più accogliente e lineare. In conclusione, poi, per ottimizzare la quotidianità in azienda e fare ordine, potreste scegliere classificatori metallici ed in legno, librerie, armadi e cassettiere da ufficio con cui riporre ogni cosa al suo posto senza creare mai confusione.




Un archivio ottimale per l’azienda

24 03 2016

In tutti gli uffici bisogna controllare bene quegli aspetti che riguardano da vicino la raccolta delle informazioni, per evitare che le stesse possano andare perdute o, ancora, che queste ultime possano essere confuse e, quindi, che diano luogo a situazioni fastidiose per tutti coloro i quali sono chiamati ad amministrare al meglio gli affari del proprio ufficio nel tempo.

Certo non è facile stabilire a priori quali possano essere le migliori soluzioni da prendere in considerazione per pianificare e strutturare al meglio ciò, anche perché in caso di errori o di valutazioni scorrette, poi, bisogna da una parte porre rimedio a questi – con un aggravio dei costi e dei tempi – e dall’alto, procedere anche a rendere/smaltire quanto acquistato inutilmente.

Ritrovarsi a dover vendere un sistema di archivio per l’azienda acquistato in maniera troppo precipitosa, è sicuramente l’ultimo dei desideri che si possa avere quando si tratta di amministrare un’attività economica, anche perché, proprio in queste strutture si trovano le principali – e più importanti – informazioni che riguardano la crescita del proprio business nel tempo.

Tutti coloro i quali possono essere quindi chiamati a compiere queste scelte per il proprio ufficio, non possono certo escludere di valutare in maniera attenta e puntuale tutte queste variabili, giacché le stesse potrebbero davvero costare parecchio sia in termini di risorse, di tempo e di denaro, nonché anche per l’instaurarsi di tutta una serie di prassi positive per la gestione aziendale, che potrebbe risultare un po’ ostacolata dalla predisposizione di un sistema di lavoro sbagliato all’interno dell’ufficio.

Quali sono le vostre abitudini al riguardo all’interno dell’azienda? Non avete ancora valutato attentamente quelli che sono i migliori aspetti da considerare per creare un archivio commisurato ai vostri bisogni che non vi costi troppo e, soprattutto, che i vostri dipendenti possano utilizzare in modo semplice ed efficiente in ogni giorno di lavoro?




Arredare e rendere funzionale il proprio ufficio

20 02 2016

In tutte le aziende, con il passare del tempo, bisogna preoccuparsi di monitorare in maniera attenta e puntuale tutti quegli aspetti che riguardano l’organizzazione all’interno del posto di lavoro: e così, gli spazi e gli arredi, nonché tutto quanto sia complementare a ciò, vanno sfruttati ed utilizzati con una serie di accortezze volte ad ottimizzare il funzionamento di tutto.

Per esempio, in termini di luminosità, non si può certo rinunciare a dotare il proprio ambiente lavorativo di ottime lampade per ufficio e da scrivania in azienda proprio perché queste ultime possono avere un ruolo centrale nell’assicurare il giusto livello di confort durante lo svolgimento del proprio lavoro, senza ritrovarsi in un ambiente dalla luce troppo soffusa.

Potrebbe sembrare questo un aspetto di secondaria importanza, eppure, un’assenza di confort dal punto di vista luminoso, si traduce molto facilmente – e velocemente – in una serie di fattori negativi, come la difficoltà nel concentrarsi, lo sforzo costante della vista per leggere o scrivere, con altri fastidiosi effetti collaterali che nuociono anche all’azienda.

Spostando poi la nostra attenzione su quelli che possono essere gli aspetti relativi alla gestione dell’arredo, ci si rende conto di come, all’interno di un’azienda, anche i mobili per l’informatica in ufficio possono facilitare – e di molto – lo svolgimento di tante mansioni: in questo caso, la necessità più impellente, è rappresentata dal fatto di riuscire ad aiutare le persone ad assumere una postura che sia veramente corretta durante le ore di lavoro in ufficio.

Potrebbe sembrare una cosa banale ed insignificante, eppure, anche le linee di arredamento per l’azienda possono avere un loro ruolo di primo piano per creare le condizioni di lavoro desiderabili da parte dei propri collaboratori: quando ogni cosa ha un suo posto, si trova in tempi ragionevoli e senza fare fatica, anche lo svolgimento di tutte le mansioni in azienda risulta essere nettamente facilitato, a vantaggio di tutti i lavoratori coinvolti.




Lampade per un ufficio ben luminoso

13 02 2016

Quando si opera in azienda, è molto importante avere sempre a disposizione tutte le risorse per sentirsi a proprio agio, per evitare di ritrovarsi ad operare in maniera poco proficua, soprattutto, per quanto riguarda la competitività raggiunta dai propri collaboratori, i quali, non possono ritrovarsi in un ambiente poco confortevole o, ancora, privo di valide risorse.

Un ufficio, oltre a disporre di tutti gli strumenti tecnologici indispensabili per essere competitivi nei confronti dei propri concorrenti, deve inoltre essere dotato di strutture ed arredi che siano in grado di supportare al meglio l’operato delle persone, evitando che le stesse possano sentirsi a disagio durante le ore di lavoro, a causa di sedie o scrivanie scomode.

Ma oltre a questi aspetti basilari, bisogna anche avere cura di fare altre considerazioni che possono riguardare tutti quegli aspetti che possono influire sul benessere delle persone durante il loro lavoro in azienda, come possono essere l’umidità e la temperatura assicurate in azienda, o ancora, la componente relativa alla luminosità del proprio luogo di lavoro.

Provate ad immaginare, durante le giornate invernali, quanto possa essere poco confortevole il lavoro all’interno di un ufficio in cui, a causa della scarsità di illuminazione, le persone possano trovarsi ad operare in una condizione di mezz’ombra, o ancora, con delle fonti di illuminazione fin troppo limitate ed inadatte ad assicurare la corretta capacità di vedere bene ciò che si ha di fronte o in mano, con tutte le ricadute per la produttività e l’efficienza nel lavoro.

Negli ultimi anni, le lampade a led si stanno dimostrando senz’ombra di dubbio una valida risposta a questi aspetti, proprio perché possono assicurare una buona quantità di luce, limitare i consumi energetici e, se selezionate con un occhio di riguardo nei confronti dei fattori CRI (o RA), possono anche contribuire a garantire un buon livello di qualità dei colori, con una resa cromatica eccellente.







echo '';